Community | Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

PASSO DI GAVIA

Commenti e foto degli ospiti/Foto Panoramio

altimetria passo di gavia camonica
  • Partenza:
    Ponte di Legno (1258)
  • Arrivo:
    P.so Gavia (2618)
  • Lunghezza:
    17,4 Km
  • Pendenza Media:
    7,8%
  • Pendenza Massima:
    16%
  • Difficoltà:
    5 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+
Mi viene in mente un'unica parola: leggendaria!
Ci si arriva percorrendo la ss.42 per il Tonale che lambisce il paese di Ponte Di Legno (nulla vieta però di entrarci, visto che ci sono anche strade interne che riportano sul nostro percorso) che dopo un largo tornante e una pendenza al 6-7% ci porta ad un bivio a sx in cui svolteremo: si entra in Val di Pezzo, con i primi 500m in discesa e quindi la risalita fino a Sant'Apollonia. Sin qui lo stradone si è presentato sempre con pendenze non esasperanti, largo e ben asfaltato, ma è qui che comincia la salita vera e propia: la carreggiata si stringe, il manto stradale più grezzo, i rapporti diventano agili e la veduta sulla Valle delle Messi si amplia man mano che ci si arrampica, sempre con pendenze importanti (anche 15-16%) lungo una serie di tornanti panoramici. Durante questo tratto circa 3 Km sono particolarmente ostici e stretti: non lamentatevi, visto che qualche anno fa non era nemmeno asfaltato (faticoso in salita e distruttivo per bici, braccia e polsi in discesa, con le sue canaline di legno trasversali per lo scolo dell'acqua). Lasciatolo alle spalle si costeggia ora la vallata seguendo dritti il crinale Per fortuna le pendenze calano un po'. Qui il sole picchia e si suda parecchio; l'acqua scorre a fiumi dalle borracce ormai leggere: sono così utili alcune invitanti sorgenti che si incontrano lungo il bordo destro della strada zampillanti dalla roccia bruciata dai raggi solari. Pian piano, fra una sofferenza e l'altra, ci avviciniamo al punto secondo noi più difficile: una galleria di circa 200m che dall'estate del 2012 è stata finalmente illuminata la cui uscita non sembra arrivare mai (la strada esterna esiste ed è dismessa: qui vi è presente una lapide che ricorda un tragico incidente militare avvenuto in quel punto, vedi foto sotto).
Si arriva quindi all'ultima parete a tornanti al 15%: stringete i denti poiché è l'ultimo sforzo prima dell'arrivo al Passo. Raggiunto e superato l'agognato cartello, si apre la Val di Gavia: a sx c'è il rifugio Bonetta dove ci accomoderemo finalmente a tavola per ricuperare le forze, a destra la veduta del lago Bianco.

Fotografie di questa salita

Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti/Foto Panoramio