Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

PASSO DEL MANIVA E DOSSO GALLI

Commenti e foto degli ospiti

altimetria passo del maniva e dosso galli altre
  • Partenza:
    Collio (836)
  • Arrivo:
    Dosso Galli (2182)
  • Lunghezza:
    21 Km
  • Pendenza Media:
    6,5%
  • Pendenza Massima:
    12%
  • Difficoltà:
    3 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+
E' una salita che ci porterà attraverso il Maniva al "Dosso dei Galli" dove è posta una base militare della NATO dismessa ormai dall'inizio degli anni '90.
Lasciato il paese Collio alle spalle inizia una moderata salita per una strada di buone dimensione che rende agevole l'incrocio di due vericoli. Giunti a San Colombano iniziano a farsi sentire le pendenze sotto i pedali, toccando il 10% nella zone dei tornanti.
Qui la strada si fa man mano più stretta e iniziano i panorami tipici alpini e il traffico è molto limitato (non al livello del Gavia, Stelvio e Bernina). Il resto della salita fino al Maniva non presenta novità, le pendenze rimangono sempre costanti tranne che per brevi tratti in cui si può ripendere fiato e l'arrivo al Maniva è visibile già a due chilometri da esso gazie ad una successione di tornanti.
Per giungere al Maniva è necessario procedere per un bivio a destra che porta, dopo una breve rampa, ad un falsopiano in cui sono presenti bar e ristoranti, impianti di risalita e se si prosegue da una parte è presente la strada che porta dal Maniva al p.so Baremone e al lago d'Idro, dall'altra ad una strada che di recente ripristino, a Bagolino. Da qui, infatti, è possibile vedere il panorama sia della valle di bagolino che sulla Val Trompia.
Dal bivio prima descritto, la strada continua a salire e diventa una statale a due corsie. Un breve accenno di storia di questa strada: in precedenza la povinciale che saliva per la Val Trompia giungeva fino al Maniva, il resto era una mulattiera; è stata asfaltata e allargata proprio per la costruzione della base NATO.
Le pendenze da qui in poi non scherzano. Qui le medie sono intorno al 10% e solo nel tratto nel tornante con il rifugio bruciato nella metà degli anni '80, si riesce a riprendere fiato prima dell'ultimo strappo. Quindi, inizia un tatto pianeggiante e da qui in poi è ben visibile la collina sopra la quale è presente la base militare e le due grandi parabole.
La strada, dal quale sono visibili dei laghetti, improvvisamete si getta in una ripida discesa per 200 metri, quindi ricomincia a salire proprio sotto alla collina della base. Dopo poche centinaia di metri, torna pianeggiante e fiancheggia la base della collina fino a giungere al bivio che porta a p.so di Crocedomini.
Noi prendiamo a destra: dopo un chilometro, dietro a una curva a destra improvvisamente appare il cancello della base militare: è possibile andare sotto alle immense parabole e osservare i resti delle strutture militari, anche se tutto è stato distrutto e portato via in modo vandalico; oppure ammirare lo stupendo paesaggio sulle valli Alpine e la strada appena percorsa...
Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti