Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

CROCE DI SALVEN

Commenti e foto degli ospiti

altimetria croce di salven camonica
  • Partenza:
    Malegno (280)
  • Arrivo:
    Croce di Salven (1109)
  • Lunghezza:
    14,8 Km
  • Pendenza Media:
    5,6%
  • Pendenza Massima:
    11%
  • Difficoltà:
    3 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+
Questa è la nostra salita di allenamento. Si parte dal paese di Malegno: il bivio ben segnalato, a sinistra della statale 42 (per chi proviene da sud), ci immette subito su una rampa rettilinea al 8-9% che sale in mezzo all'abitato . Qui si incontrano subito tre larghi tornanti che ci allontanano dalle abitazioni del centro lasciandolo alle nostre spalle. Quindi per circa 6 Km la strada si presenterà sempre larga e di pendenza costante attorno al 6-7% fino ad arrivare a Ossimo Inferiore.
Il primo tratto si presenta assai tecnico con 9 tornanti e una serie infinita di curve e mezzecurve (un divertimento per i discesisti). E' propio questi primi chilometri ci consentono di tenere sott'occhio il panorama del fondovalle guardando al di là della ringhiera in metallo. Dopo circa 2Km ecco il bivio per Lozio alla nostra dx: è un' ottima variante del percorso, più lunga, ma meno impegnativa, che dopo aver passato alcune frazioni (l'ultima è Villa a 1000m) si ricongiunge al nostro percorso attraverso Ossimo Superiore.
Ma noi proseguiamo per la nostra strada che ora si addentra all'interno: siamo giunti in localita Fornace, un vasto piano erboso tagliato in due da un lungo rettilineo al 6-7% che dobbiamo percorrere per intero. Quindi dopo gli ultimi due tornanti dell'intera salita, rimane l'ultimo impegnativo rettilineo che porta a Ossimo Inferiore. Inpegnativo perché è esposto al sole e perchè psicologicamente sembra non finire mai. Giunti a questo punto la salita si calma e diventa più pedalabile per i seguenti 4Km: si incontra prima il bivio per Ossimo Sup. e quindi si giunge tranquillamente a Borno, rinomato centro di villeggiatura.
Il paese si attraversa su una strada quasi pianeggiante, a tratti anche in discesa. Quindi, superato il centro, troviamo il pezzo più duro (10%), durante il quale si incontrerà a sx il bivio per gli impianti di risalita. E' comunque l'ultima fatica, poiché immediatamente dopo un tratto pianeggiante avremo gli ultimi chilometri sempre con pendenze attorno al 5%, tutte attraverso un paesaggio tipicamente alpino, fatto di boschi e pascoli verdi: l'arrivo al Passo ormai è fatto. Esso è segnalato da una croce di marmo e soprattutto dalla presenza di una fontana ottima per dissetarsi, gli ultimi trecento metri sono inoltre percorsi su uno stradone largo e pianeggiuante.
Ora spetta a voi decidere: tornare indietro oppure proseguire per la bella Val di Scalve.
Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti