Community | Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

GIRO DOGANE

difficoltà: 3 stelle
Altimetria di Giro dogane
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+
Elenco delle tappe presenti in questo itinerario con quota e chilometri
Quota e localitàchilometro
1816 Livigno 0 km
2210 P.so d'Eira4,7 km
2027 Ponte Rezz 9,7 km
2291 P.so Foscagno13,5 km
1345 Isolaccia 29 km
1220 Bormio 37 km
1150 Cepina 42 km
955 Prese 51 km
860 Sondalo 56 km
450 Tirano 76 km
975 Lago di Poschiavo 86 km
1020 Poschiavo 92 km
2066 Bivio x Livigno 106 km
2315 P.so Forcola 110 km
1816 Livigno 124 km
Prende questo nome perché lungo il percorso si passano ben 5 dogane, ma ciò non disturba noi ciclisti visto che di solito non veniamo mai fermati. La partenza è fissata a Livigno, zona franca nota più per il prezzo della benzina particolarmente basso che per la sua bellezza intrinseca (un parere personale? Il meglio lo da l'inverno con le sue piste da sci e la neve meravigliosa; l'estate è una bolgia di automobili di turisti che intasano tutto). A freddo si affronta subito la salita non difficoltosa verso il passo d'Eira e quindi la dogana sul Foscagno. Si esce dalla zona franca e si comincia una delle discese più scorrevoli mai provate che portano in Valdidentro e quindi a Bormio, dove si spera di non restare troppo fermi ai semafori. Si pedala tranquilli fino a Tirano, attraverso piantagioni enormi di meli e ammirando l'opera di ricostruzione dell'uomo dopo l'immane frana che colpi' la Valtellina negli anni 80. A Tirano si svolta a destra per la Svizzera: iniziano la lunga salita verso il Poschiavo e il Bernina. Le pendenze sono subito decise, anche nell'attraversamento delle 2 dogane (ita e ch) fino al Lago di Poschiavo e all'omonimo paese, dove la strada si fa piana e comoda. Per poco, perché ricomincia ad alzarsi sotto i pedali subito dopo e fino al Passo del Bernina. Ma noi svoltiamo prima verso la Forcola dove si rientra in Italia attraverso le ennesime dogane e si raggiunge di nuovo Livigno.

Giro al contrario

Si evita la lunga salita da Tirano verso la Forcola, ma dobbiamo percorrere l'alta Valtellina verso nord, rendendo questo lungo tratto abbastanza faticoso.