Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

ALPIAZ MONTECAMPIONE

Commenti e foto degli ospiti

altimetria alpiaz montecampione visitatori
  • Partenza:
    Artogne (224)
  • Arrivo:
    Alpiaz-Montecampione (1124)
  • Lunghezza:
    12,2 Km
  • Pendenza Media:
    7,4%
  • Pendenza Massima:
    12,5%
  • Difficoltà:
    3 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+


Descrizione della salita inviata da Baccanelli Renato


Questo versante, il meno noto che porta a Montecampione, che spesso si percorre solo sino ad Acquebone, presentando una lunghezza superiore di 700 metri ed una decina di metri in meno di dislivello, ha una pendenza media inferiore (il 7,4% contro il 7,9%) del versante più famoso, ma le sue pendenze intermedie sono sicuramente più impegnative.
Si lascia la ss 510 dirigendosi verso il centro di Artogne distante un km; la salita prende vigore dopo 700 metri appena oltrepassato il canale della Montedison e con 200 metri già impegnativi si porta al bivio per Acquebone (km 1,1); brevissimo tratto di recupero e poco dopo aver attraversato un ponticello la strada entra in un bellissimo castagneto; ha inizio il tratto più impegnativo dell'intera salita, caratterizzato da 1.5 km durissimo con brevi tratti anche al 12/13%, seguito da 1 km molto più facile e da un altro km duro, che ci porta ad un falsopiano di 800 m, percorso il quale si giunge alla chiesetta di Acquebone (km 5,6), meta di scalate primaverile ed autunnali. Lasciate le ultime propaggini del bosco uno strappo di 600 m ci conduce ad un tratto in lieve discesa sino ad un ristorante; da qua si ricomincia a salire e dopo un breve tratto con facili pendenze, la salita si fa di nuovo molto impegnativa alternando lunghi tratti difficili a tratti un poco più facili sino ad entrare al km 10,2 in un bosco di faggi, dove 400 metri di salutare pianura ci fanno recuperare per l'ultimo tratto finale; ad un tornantino sulla dx (attenzione a non sbagliare) si sale una breve rampa, poi lambendo, sempre con buona pendenza, vari nuclei abitativi del centro di Alpiaz si giunge al bivio con la più conosciuta strada che sale da Pian Camuno (km 11,7), si svolta a sx e percorrendo altri 300 metri impegnativi seguiti da atri 200 metri facili si giunge al laghetto di Alpiaz, traguardo della corsa per juniores che si svolge tutti gli anni a ferragosto. Proseguendo per altri 700 metri si può giungere al piazzale del complesso Alpiaz, meta dell'arrivo del giro d'Italia nel 1982; se si vuole invece proseguire per giungere al complesso Plan (m 1744), dal laghetto si devono percorrere altri 8,7 km; i primi 2,5 sono facile, i rimanenti hanno pendenza media del 8,4%.
Sul percorso non esistono riferimenti metrici; possiblità di ristoro in Alpiaz e anche al laghetto del punto di arrivo.
Al ritorno per potersi divertire in discesa e scendere con più sicurezza è meglio imboccare la strada che sale da Pian Camuno.
Ho percorso la salita numerose volte sino ad Acquebone (25'15' la migliore prestazione) ed un paio di volte sino al laghetto (55'45' il miglior tempo), senza salire mai sino al Plan come invece ho fatto salendo da Pian Camuno. Pur presentando la salita solo in un punto una pendenza max molto elevata consiglio l'uso di rapporti agili come il 39x25 da alternare al 39x23x21.
Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti