Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

BAITE DI MOLA

Commenti e foto degli ospiti

altimetria baite di mola visitatori
  • Partenza:
    Edolo (705)
  • Arrivo:
    Baite di Mola (1710)
  • Lunghezza:
    9,75 Km
  • Pendenza Media:
    10,3%
  • Pendenza Massima:
    23%
  • Difficoltà:
    5 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+


Descrizione della salita inviata da Baccanelli Renato


Salita estrema, sicuramente la più dura della valle Camonica ed in una panoramica più ampia seconda forse solo al Mortirolo da Mazzo (le pendenze max sono maggiori, ma il dislivello è minore); da sconsigliare se non si è provvisti di tripla moltiplica.
Lasciata la piazza di Edolo e percorso il primo km pianeggiante della statale dell'Aprica, al cippo kilometrico 28, sulla dx si trova il bivio (non vi sono indicazioni) da cui inizia la salita. Percorsi i primi 1100 metri facili, con 500 metri iniziali in salita seguiti da un leggero falsopiano al bivio per la località la Croce (m 745) inizia un vero e proprio calvario con pendenze subito del 20/22% e con solo due brevissimi tratti di recupero, al km 2,3 si transita in località Baldoni, al km 4,6 sulla dx si incrocia una cappella, al km 6,3 si incontra un tornante (loc. Restone) e dopo altri 200 metri si devono affrontare 400 metri estremi con pendenze sicuramente superiori al 22%, dopo questo tratto la pendenza scema assestandosi al 10/12% sino a giungere al km 7,6 dove ha termine il primo lungo spezzone di salita; si prosegue in leggera salita per 500 metri seguiti da 300 metri in leggera discesa e da altri 700 metri di salita non impegnativa, siamo al Km 9 e pensiamo di aver domato la salita, ma ci aspettano altri 600 metri di salita durissima (le gambe abituatesi al falsopiano non rispondono più), finalmente si è sull'altopiano, si svolta a dx e 150 metri quasi pianeggianti ci portano ad una fontana dove termina l'asfalto ed anche la salita.
Dopo il primo km nel quale si attraversa un piccolo nucleo abitativo, il percorso si snoda quasi sempre all'interno del bosco, inizialmente castagneto, poi abetaia e lariceto; al culmine il bosco lascia posto alla prateria alpina con la presenza di varie malghe, sulla nostra dx un declivio erboso porta al dosso Torricla mentre se orientiamo il nostro sguardo a sx si può osservare la catena montuosa che fa da spartiacque con la Valtellina con in successione il Motto della Scala, la cima Cadì e la cima Verde. Non esistono indicazioni all'inizio e al termine dell'ascesa, ne tantomeno riferimenti metrici; la strada prosegue poi sterrata ed in discesa verso Monno, percorribile solo in mountain bike.
Ho percorso questa salita nel novembre 1995 (t. 1h.00'05') e nel settembre 2000 (t. 1h.04'30'), escludendo i tratti facili ho usato il 30x23x21 e per lunghi tratti anche il 30x25.
Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti