Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

MONTE PADRIO

Commenti e foto degli ospiti

altimetria monte padrio visitatori
  • Partenza:
    Aprica (1140)
  • Arrivo:
    Monte Padrio (1867)
  • Lunghezza:
    13,5 Km
  • Pendenza Media:
    5,7%
  • Pendenza Massima:
    14%
  • Difficoltà:
    3 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+


Descrizione della salita inviata da Baccanelli Renato


Stupenda salita dal punto di vista panoramico, da non sottovalutare ciclisticamente a dispetto della pendenza media, infatti sono presenti tre tratti molto impegnativi, inoltre per effettuare un adeguato riscaldamento, ma sopratutto perchè è vivamente consigliabile percorrere l'anello di una sessantina di km che compie il periplo del Mortirolo con partenza ed arrivo a Edolo, bisogna scalare anche il passo Aprica, che se affrontato con troppa foga e rapporti lunghi potrebbe dare poi qualche problema di tenuta.
Si parte dunque da Edolo e con qualche tratto iniziale di un certo impegno percorriamo il passo Aprica lungo la ss 39, giunti ad un km dal passo dopo aver percorso 14 km con pendenza media del 3,2%, sulla dx si trova il bivio per Trivigno dove ha inizio la salita vera e propria.
Si deve subito affrontare uno dei tratti più impegnativi, 2,5 km che portano ad un tratto pianeggiante di 500 metri per giungere al rifugio Betulle, la salita prosegue per 2 km con pendenze moderate sino al bivio per il valico di santa Cristina, famoso per le sfide durante il Giro d'Italia; si sono percorsi 5 km, si prosegue con tratti con pendenza impegnativa alternati a tratti facili o anche pianeggianti e alla fine di 300 m molto impegnativi (un cartello segnala 20%, ma non corrisponde assolutamente al vero) si giunge al km 8,5 dove usciti dal bosco e passato un ponticello si apre la larga conca prativa di Trivigno, in 500 metri di lieve discesa si giunge al bivio che porta a Tirano, si prosegue diritti con pendenze che si fanno impegnative e dopo 1,2 km si transita davanti alla chiesa del bel nucleo di Trivigno; si devono superare ora 600 m veramente duri con pendenza costantemente attorno al 14%, ancora 200 m più facili poi la pendenza scema ed arrivare al curvone sotto il monte Padrio diventa una passeggiata.
Non troviamo al termine della salita nessun tipo di cartello o segnalazione ma la strada che diventa pianeggiante e le spaziose vedute ci fanno capire che siamo in cima; a questo punto lasciata la bici, per una migliore veduta addentriamoci nel pianoro erboso che troviamo sulla dx da cui non ci rimane che estasiarci alle stupende vedute a 180°, dalla dx le valli di Corteno, il Piz Tri, l'intero gruppo dell'Adamello.
Ripresa la bici per completare il nostro anello, in 13,5 km di strada sempre in quota, di cui la prima parte anche con tratti in discesa e salita, passando per il bivio con la tremenda strada che sale da Lombro e per il laghetto di Guspessa, giungiamo al passo della Foppa, conosciuto come passo Mortirolo, come ci indica la nuova e bella segnaletica posta poco dopo il passo; sia sul passo, sia lungo l'ultimo tratto varie lapidi ci ricordano i caduti della Resistenza che su questi monti è stata combattuta; indossata la mantellina non ci rimane che la lunghissima discesa per Edolo.
Anello che ho percorso numerose volte (anche in senso inverso) per la sua esagerata bellezza, rappresenta un vero mix di fatica ciclistica, alta montagna, panorami stupendi, natura incontaminata. A solo titolo di confronto il mio tempo migliore sulla salita è stato di 53'50'; per i rapporti consiglio il 39x26/28 per il tratto dopo Trivigno, sul resto del percorso ci si può sbizzarrire con la gamma restante, ricordando sempre l'agilità.
Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti