Info sugli autori
ZaniBike.Net
Immagine titolo

VAL MALGA

Commenti e foto degli ospiti

altimetria val malga visitatori
  • Partenza:
    Malonno (500)
  • Arrivo:
    Val Malga (1560)
  • Lunghezza:
    12,2 Km
  • Pendenza Media:
    10,7%
  • Pendenza Massima:
    21%
  • Difficoltà:
    5 stelle
Dimensione carattere: AZ- ... AZ (normale) ... AZ+


Descrizione della salita inviata da Baccanelli Renato


Salita dalle pendenze estreme fortunatamente interrotta da un tratto in discesa prima del terribile tratto finale. Ascesa da dividere in due tronconi, un primo troncone di km 6,8 (pend. media 9,8%) difficile ma non estremo, quindi dopo un tratto di km 1,4 di discesa, un secondo troncone di km 3,6 (pendenza media 12,5%) di estrema difficoltà.
Lasciato il bivio a dx sulla statale 42 si percorrono 400 metri in lievissima discesa, una rampa che porta sul ponte che attraversa l'Oglio segnala l'inizio della salita; salendo in mezzo a pendii prativi con pendenze già impegnative in 2,5 km si giunge al bivio per la frazione di Zazza e con altri 700 metri ad un secondo bivio nella frazione di Comparte, si prosegue diritti affrontando 300 metri molto impegnativi, quindi con altri 500 metri più facili si giunge all'incrocio con la strada che sale da Rino di Sonico e conduce a Garda di Sonico, si continua diritti per la Val Malga affrontando 1500 metri caratterizzati da rampe molto impegnative alternate a tratti di recupero, altri 1300 metri di continua salita molto impegnativa portano alla fine del primo spezzone di salita, abbiamo percorso km 7,2 dal bivio e raggiunto quota 1160; breve tratto pianeggiante seguito da discesa ed in 1400 metri si giunge in località ponte Faeto (m 1110), ci attendono 3600 metri di salita estrema, i primi 1700 metri sono più abbordabili, mentre gli ultimi 300, in parte sotto una galleria paravalanghe, sono off-limits e se ci si arriva stremati si concretizza il rischio di mettere piede a terra anche se si dispone di rapporti agilissimi.
Tanto impegno è ripagato sicuramente dal fatto di aver scalato una salita dalle difficoltà estreme e che si è snodata in un ambiente bellissimo, non sicuramente per la bellezza del punto di arrivo, essendo questo il posteggio per percorsi escursionisti che passando per la malga Premassone salgono ai rifugio Gnutti o al rifugio Tonolini; poco prima, però, si può ammirare il panorama del gruppo del Baitone.
Possibilità di ristoro in località Ponte Faeto presso il rifugio Faet.
Un'alternativa al punto di partenza è quella di partire dal bivio a dx sulla ss 42, dopo il ponte di Dazza, attraversando il borgo di Rino di Sonico (vero punto di inizio salita) raggiungendo in 4 km (2,5 km di salita effettiva con pend. media del 10,4%) il bivio col percorso descritto e quindi girando a sx, alleggerendo in questo modo, di un poco, il primo spezzone di salita.
Ho percorso questa salita nel luglio 1992 e nel luglio 1999 (t. 1h.09'00') utilizzando sul primo spezzone il 30x17x19x21, sul secondo spezzone il 30x23 ed il 30x25 per gli ultimi 300 metri.
Se hai delle foto di questa salita e vuoi vederle su questo sito, inviale agli autori di questo sito.

Commenti e foto degli ospiti